26 marzo 2010

Conservazione preventiva negli archivi fotografici

Convegno

Salone dell'Arte del Restauro e della Conservazione dei beni culturali e ambientali

Ferrara, Via della Fiera 11 - Ferrara

Orario 15.00-18.30

Organizzato da Istituto centrale per il catalogo e la documentazione - Aerofototeca Nazionale

Il tema della conservazione preventiva assume una particolare rilevanza nel perseguire la migliore conservazione delle collezioni fotografiche storiche negli archivi garantendo, al tempo stesso, il futuro del materiale restaurato.
Per limitare i rischi di natura sia biologica che chimico-fisica risulta infatti fondamentale mettere in pratica una serie complessa di interventi integrati che si traducono nella possibilità di ridurre o anche evitare successivi interventi curativi.
La scelta della realizzazione di interventi di conservazione preventiva deve mettere in primo piano la varietà delle tipologie dei beni fotografici e dei loro materiali costitutivi, la conoscenza dei quali è importante per comprenderne i meccanismi di degrado e la loro risposta alle condizioni ambientali.
Nell’ambito della conservazione preventiva, i fattori ambientali costituiscono le basi sulle quali ragionare nella progettazione di un archivio fotografico.
In quest’ottica, adottare un approccio multidisciplinare costituisce l’unica strada per definire in maniera esaustiva e quantitativa i parametri che devono essere controllati per la conservazione e le modalità di controllo più opportune da adottare.
Negli ultimi anni l’ICCD ha condotto una interessante esperienza in questo settore. L’insieme delle collezioni ICCD rappresenta, dal punto di vista dei materiali, una panoramica pressoché completa delle tipologie di supporto, a partire dai più antichi, fino ad arrivare ai supporti contemporanei.
Per una corretta tutela di queste collezioni l’Istituto si sta da tempo
muovendo in direzione dell’analisi e dell’intervento sulle condizioni di conservazione, ancor prima di intervenire con le necessarie operazioni di recupero diretto.

Il programma è diviso in tre diverse sezioni: “Gli ambienti di conservazione: problemi”, “Case-study: ICCD – Aerofototeca Nazionale e Laboratorio di Fotografia” ed “Esperienze”. Lo spunto per un incontro allargato deriva dall’esperienza condotta negli ultimi anni in ICCD. Dal punto di vista dei materiali, infatti, l’insieme delle collezioni ICCD rappresenta una panoramica pressoché completa delle tipologie di supporto, a partire dai più antichi, fino ad arrivare ai supporti contemporanei. Per una corretta tutela di queste collezioni l’ICCD si sta da tempo muovendo in direzione dell’analisi e dell’intervento sulle condizioni di conservazione, ancor prima di intervenire con le necessarie operazioni di recupero diretto.

Gli ambienti di conservazione: problemi
Nella prima sezione vengono illustrati i fattori ambientali che originano i problemi di conservazione. Tali fattori costituiscono gli aspetti e le problematiche da affrontare trattando di conservazione preventiva: costituiscono, quindi, le basi sulle quali ragionare nella progettazione di un archivio fotografico. In quest’ottica, adottare un approccio multidisciplinare costituisce l’unica strada per definire in maniera esaustiva e quantitativa i parametri che devono essere controllati per la conservazione, oltre alla definizione delle modalità per il controllo più opportune da adottare. Un primo intervento (Palazzi, ICCD) affronterà questa tematica dal punto di vista chimico-fisico e sarà seguito dalla trattazione delle problematiche di conservazione dal punto di vista biologico (Sclocchi e Matè, ICPAL).

Case-study: ICCD – Aerofototeca Nazionale
In questa sezione viene presentata la realtà della conservazione così come è stata affrontata nell’ambito dell’Aerofototeca Nazionale. Questo è un settore che raccoglie immagini caratterizzate da alcune peculiarità, qui illustrate (Shepherd, ICCD), che riguardano sia la tipologia di ripresa ed i soggetti, sia anche i materiali, il loro processo fotografico ed il pregresso approccio conservativo.
Di seguito verrà illustrato (Cacace, ISCR) il sistema di monitoraggio on-line progettato e realizzato appositamente per gli archivi dell’Aerofototeca Nazionale.

Esperienze:
Questa sezione intende illustrare l’esperienza nella conservazione preventiva fotografica di tre diverse realtà archivistiche, all’avanguardia nei rispettivi campi di azione. Due di queste si riferiscono a realtà italiane, rispettivamente nel Nord Italia (Gasparini, Fototeca Biblioteca Panizzi ) e nel Sud Italia (Petrosino, Mu.Di F).

Materiali informativi e approfondimenti

  • Ferrara 2010_pieghevole [pdf 969.8 kb]
    Pieghevole relativo al convegno organizzato da ICCD "Conservazione preventiva negli archivi fotografici" nell'ambito del XVII Salone dell'Arte del Restauro e della Conservazione dei ...

Altre mostre ed eventi

Calendario Mostre ed Eventi