Bombelli-Cattaneo

Anno Acquisizione:
1971, 1974, 1987, 1993
Soggetto prevalente:
Dipinti, arti minori, Milano, Collezioni private
Settore:
Gabinetto fotografico nazionale
Estremi cronologici:
inizio XX secolo - 1960 ca.
Consistenza accertata:
immagini pubblicate 877
Consistenza stimata:
oltre 20.000
Parole chiave:
Dipinti - arti minori - Milano - Collezione privata

Il nucleo di negativi del fotografo milanese Girolamo Bombelli (1882-1969) presenti negli archivi ICCD è stato acquistato dallo Stato in più occasioni. L’acquisizione più consistente è sicuramente quella del 1971 ad opera di Carlo Bertelli, allora direttore del GFN. I negativi che non vennero acquistati in questa occasione rimasero di proprietà del suo collaboratore, Luigi Cattaneo. Anche lui – a sua volta – propose successive vendite o donazioni all’ICCD per ulteriori lotti di negativi (1974, 1987, 1993).

Attualmente l’insieme dei negativi supera le 20.000 unità con formati vari, dal 50x60 a 13x18, tra cui numerose selezioni cromatiche (tricromie e quadricromie) e un nucleo di circa 2.000 autocromie e lastre a sviluppo cromogeno.

L’attività professionale di Bombelli fu legata prevalentemente alla casa editrice Alfieri e Lacroix. Il fondo documenta le opere d'arte conservate presso collezionisti, gallerie e case d'asta a Milano, in Lombardia e nell'Italia settentrionale, soprattutto dipinti dal XIII al XX sec.

Il materiale - pervenuto senza una sistematica suddivisione tematica o cronologia - è stato parzialmente inventariato. Un primo progetto ha individuato le opere tra il XIII e il XV secolo ed ha prodotto il volume “Pittura dal Duecento al primo Cinquecento nelle fotografie di Girolamo Bombelli” (1991).

Va inoltre ricordato che è presente anche documentazione di stabilimenti e prodotti che oggi rientrano nella tematica dell’archeologia industriale. Sullo stabilimento Pirelli è stata svolta una tesi dal titolo “Un esempio concreto di fotografia industriale in Italia: la Pirelli nel suo insediamento Bicocca nel fondo Bombelli-Cattaneo dell’ICCD” (2013) nell’ambito del corso di laurea in Scienze dei beni culturali della facoltà di Lettere e Filosofia di Roma Tre.

Il fondo rappresenta una fonte preziosa in particolare per la documentazione di opere d’arte meno conosciute e fuori dai circuiti museali che al tempo stesso richiedono maggiore indagine per la loro identificazione e valorizzazione.

Bibliografia

Pittura dal Duecento al primo Cinquecento nelle fotografie di Girolamo Bombelli / testi di Walter Angelelli, Andrea G. De Marchi ; a cura di Serena Romano - Milano : Electa, c 1991 - Collezioni e raccolte fotografiche