Attività MiBAC

Catalogazione 2018-2019

Con la definizione del piano di finanziamento della Direzione generale Archeologia Belle Arti e Paesaggio sono state avviate dalle Soprintendenze statali le attività di catalogazione 2019, a valere sui fondi 2018 (nota DG-ABAP n. 19144 del 13/07/2018)

OBIETTIVI DEL PROGRAMMA 2018

1. implementazione e creazione di schede di contenitore fisico (CF) collegate a beni storico-artistici;

2. implementazione e creazione di schede di contenitore fisico (CF) collegate a beni archeologici;

3. digitalizzazione/revisione/catalogazione di schede A (beni immobili architettonici);

4. digitalizzazione/revisione/catalogazione di schede SI/CA/MA (beni immobili archeologici);

5. catalogazione dei beni mobili ricoverati nei depositi temporanei (solo per le Soprintendenze che operano nei territori colpiti dal sisma del 24 agosto 2016);

6. inventariazione patrimoniale di beni mobili archeologici privilegiando quelli oggetto di consegna ad altro Istituto a seguito della Riforma, tramite l’utilizzo del modulo MINP 1.00 (ModuloINventariazionePatrimoniale)

7. inventariazione patrimoniale di lotti di beni mobili archeologici tramite l’utilizzo del modulo MINP 2.00 (ModuloINventariazionePatrimoniale) per la continuazione della sperimentazione del sistema di inventariazione a codice quaternario (solo per le Soprintendenze in sperimentazione)

8. ricognizione della documentazione pregressa prodotta nel corso dei procedimenti di Archeologia Preventiva e inserimento dei dati nei moduli MOPR (ModuloProgetto) e MOSI (Modulo area/sito) nell’ambito del progetto Ricognizione nazionale dei dati pregressi prodotti nelle indagini di Archeologia Preventiva finanziato dall’ICA (solo per le Soprintendenze in sperimentazione).

INDICAZIONI OPERATIVE

In relazione agli obiettivi del Programma di catalogazione e.f. 2018 attività 2019, ICCD ha elaborato un documento di Indicazioni operative sia per quanto concerne le attività di catalogazione, sia di inventariazione (nota ICCD 1695 del 30/07/2018)