Narrando i territori della Grande Guerra attraverso i monumenti, le lapidi, i parchi e i viali della Rimembranza

Stato
In corso
Settore
Catalogazione
Anno
2019
Argomento
Prima Guerra Mondiale

Descrizione

L’ICCD ha avviato un nuovo progetto di ricerca dedicato ai Parchi e Viali della Rimembranza denominato Narrando i territori della Grande Guerra attraverso i monumenti, le lapidi, i parchi e i viali della Rimembranza”. 

Parchi e Viali della Rimembranza appartengono al patrimonio riconosciuto dei “pubblici monumenti” (articolo unico della Legge 559/1926) e furono promossi e realizzati per volontà del sottosegretario alla Pubblica Istruzione Dario Lupi  che, il 27 dicembre 1922, inviò a tutti i provveditori agli studi una circolare con cui prevedeva che per ogni caduto della Grande guerra dovesse essere piantato un albero in tutte le città, paese, borgata in modo che i giovani fossero educati al ricordo e al rispetto dei caduti. 

Sull’argomento, il 24 settembre 2017, nel quadro delle Giornate Europee del Patrimonio, l’ICCD ha dedicato ai Parchi e ai Viali della Rimembranza la giornata Il giardino come monumento, il giardino come documento , in collaborazione con l'Associazione Parchi e Giardini d'Italia (APGI), facendo il punto sul significato di questi luoghi della memoria, sulla necessità della loro conservazione e valorizzazione, nonché su alcune iniziative di censimento e catalogazione.

Tali iniziative hanno costituito la premessa all’attuale progetto finanziato dalla Direzione Generale Spettacolo del MiBAC (Fondo nazionale per la rievocazione storica) con € 419.938,90 a valere sui fondi della Legge 232/2016. Le finalità progettuali riguardano la conoscenza e la valorizzazione di questi beni al fine di promuoverne l’interpretazione critica e divulgarne il messaggio educativo anche tra le giovani generazioni, a partire dai diversi contenuti che scaturiranno da una catalogazione che investe il profilo storico, botanico, artistico e urbanistico, territoriale. 

Si opererà contemporaneamente in due ambiti distinti ma interscambiabili fra loro: ambito della catalogazione ed ambito fotografico, con lo scopo unitario di rivitalizzare questi luoghi, riattualizzarli, facendo emergere i valori di cui sono portatori “restituendoli” al contesto cui appartengono.

Per quanto riguarda l’ambito di catalogazione, dei 2.000 parchi stimati sul territorio nazionale, molti sono stati distrutti, trasformati e se ne è persa memoria. L’indagine storica e archivistica, il censimento e la catalogazione che con questo progetto si intendono realizzare, si propongono di definirne l’entità e la qualità, estendendo a questi luoghi della memoria quanto finora realizzato per i monumenti e le lapidi commemorative.

Con la partecipazione attiva delle soprintendenze statali, ICCD ha già messo a punto un primo quadro conoscitivo di 1.083 beni fra parchi/viali della Rimembranza, lapidi e monumenti della Grande Guerra distribuiti sul territorio nazionale (con la sola esclusione di Sicilia, Valle d’Aosta e Province autonome di Trento e Bolzano); e di questi, 941 sono i parchi e i viali che saranno oggetto di approfondimento conoscitivo, sia documentale che catalografico da parte delle soprintendenze statali.

Sul piano metodologico le attività verranno realizzate secondo gli standard di catalogazione del Modi - Modulo informativo 4.00,  per attività di censimento e segnalazione propedeutiche alla catalogazione vera e propria, e della scheda PG – Parchi e Giardini 3.00, livello precatalogo, per la descrizione di beni di maggior rilevanza storico-artistica.

Il valore storico identitario e il forte messaggio educativo rivolto alle giovani generazioni orienteranno le iniziative di approfondimento tematico da divulgare attraverso il web e di educazione rivolte alle scuole. Tali iniziative saranno valorizzate grazie anche alla collaborazione di APGI (Associazione Parchi e Giardini d’Italia) che sarà impegnata con ICCD, attraverso specifici strumenti, ad evidenziare i molteplici significati dei Parchi e Viali della Rimembranza.

Il progetto si chiuderà con un convegno scientifico dedicato al confronto tra studiosi di varie discipline che delineeranno la complessità dei Parchi della Rimembranza e i significati emersi dalla ricerca. Il convegno, curato da ICCD e APGI, affronterà anche i temi della tutela, del recupero della memoria e dei concreti modelli di gestione e di valorizzazione di questo patrimonio.

Con questo progetto ICCD intende dare continuità alle iniziative già realizzate nel corso degli anni 2012-2014 con il progetto Grande Guerra: censimento dei monumenti ai caduti della prima guerra mondiale , articolato in due fasi successive, che hanno prodotto ottimi risultati in termini di conoscenza, tutela, conservazione e valorizzazione del patrimonio culturale nazionale della Prima Guerra Mondiale.

Il progetto è stato realizzato nell’ambito delle iniziative culturali promosse per il Centenario della Prima Guerra Mondiale , al quale si è dato inizio nel 2014, a cento anni esatti dallo scoppio della Grande Guerra. 

 Vai alle note metodologiche e Linee guida:  


 Consulta i contributi proposti durante la Giornata Europea del Patrimonio 2017:

Approfondimenti:  

Referente ambito della CatalogazioneElena Plances

e-mail di progetto: ic-cd.grandeguerraparchi@beniculturali.it