MODI - Modulo informativo 4.00

Tipo standard
Normative
Tipo normativa
Moduli
Tipo scheda
MODI
Definizione
Modulo informativo
Versione
4.00

Avvertenze

Si tratta di un apposito modello predisposto per effettuare attività di censimento e segnalazione. Rispetto alle schede di catalogo rappresenta uno strumento più “leggero” dal punto di vista normativo: non è associato ad un codice univoco nazionale NCT e risulta quindi svincolato dalla rigorosa procedura amministrativa che regola le campagne ufficiali di catalogazione, anche se è comunque inquadrato nel sistema degli standard dell’ICCD. Può essere utilizzato per acquisire informazioni per qualsiasi tipo di entità (mobile, immobile, immateriale): siti, architetture, oggetti, lotti di materiali (anche eterogenei e di varia consistenza), eventi, ecc.; si tratta di un modello “plurifunzionale” unico, rispetto alle molte diverse tipologie di schede di catalogo ICCD specialistiche attualmente in uso.

Documenti da scaricare

MODI — Modulo informativo

MODI - Presentazione

Modello catalografico in formato editabile

Spiegazione della struttura dei dati del modello catalografico

Norme di compilazione

Micromanuale per la compilazione nel SIGECweb

 

MODI - Applicazione alle entità immateriali

MODI - Applicazione alle entità immateriali - tracciato in formato editabile

MODI - Applicazione alle entità immateriali - norme di compilazione

 

MODI - Applicazione nelle procedure di indagine archeologica preventiva

A seguito dell’approvazione delle Linee guida per la procedura di verifica dell’interesse archeologico e individuazione di procedimenti semplificati (Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 14 febbraio 2022 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale - Serie Generale n.88 del 14 aprile 2022), nelle procedure di indagine archeologica preventiva non deve più essere utilizzato il MODI, bensì i modelli catalografici appositamente elaborati:MOPR e MOSI