Siti tematici

Il progetto Lateres, nato per iniziativa di Eva Margareta Steinby dell' Università di Oxford e del MiBACT, intende recepire ed esporre i dati raccolti dalla studiosa finlandese in una vita di ricerca sul fenomeno "bollatura" ma soprattutto agevolare gli studiosi nel reperimento di confronti utili per il materiale laterizio bollato di nuovo rinvenimento, allo stesso tempo uniformandone i criteri di edizione. Per questo motivo Lateres costituisce un valido supporto alla redazione del MOEP – Modulo per i documenti epigrafici.

Consultabile on-line: Opus Doliare Signatum


Il progetto relativo al Lemmario per la schedatura dell'abito e degli elementi vestimentari nasce per iniziativa della Commissione nazionale per la tutela e la valorizzazione delle arti decorative, della moda e del costume, istituita nel 1996 dal Ministro Antonio Paolucci con il compito di studiare i criteri per la costituzione di banche dati dedicate alla conoscenza e alla tutela di tale patrimonio.

Consultabile on-line: Lemmario


Il progetto "Itinerari culturali del medioevo pugliese" si inserisce in una serie di iniziative finalizzate alla realizzazione di un portale regionale destinato all'utenza interessata al turismo culturale in Puglia. La catalogazione informatizzata dei beni culturali svolta ad opera delle soprintendenze territoriali, secondo le indicazioni e gli standard catalografici elaborati dall'Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione ha sviluppato nel tempo delle metodologie che ben si prestano alla conoscenza sistematica del territorio e delle sue risorse ed alla loro valorizzazione. 

Consultabile on-line: Itinerari culturali del medioevo pugliese


Il progetto "Itinerari culturali del medioevo siciliano" contribuisce alla diffusione del patrimonio culturale della Regione Sicilia ed è articolato in tre tematismi: architettura religiosa e civile: la lettura delle strutture ecclesiastiche e dei castelli; opere pittoriche e musive: la cultura pittorica artistico-religiosa; siti rupestri: la lettura di alcuni insediamenti. 

Consultabile on-line: Itinerari culturali del medioevo siciliano


Il lavoro della tavola rotonda (1997) (su Lieux sacrés, lieux de culte, sanctuaires: approches terminologiques, méthodologiques, historiques et monographiques), è stato quello di trovare un'idea flessibile del concetto di santuario considerando tale ogni luogo segnato da "apparizioni" e "miracoli", oggetto per questo di devozione e di pellegrinaggio spontaneo, nato in genere al di fuori delle normali istituzioni ecclesiastiche, ma divenuto presto loro stretto "alleato". Sulla base di questa riflessione metodologica e storiografica si è avviato il censimento sistematico di tutti i santuari cristiani in Italia nel quale sono stati inclusi non solo i santuari oggi esistenti ma anche quelli scomparsi, attestati oramai solo dalle fonti scritte. E' stata così costituita una banca dati in rete di censimento dei santuari cristiani in Italia dall'antichità ai nostri giorni.

Consultabile on-line: I Santuari cristiani in Italia


Il progetto “Atlante dei Centri storici” è stato realizzato negli anni novanta del secolo scorso integrando, per l’intero territorio nazionale, le informazioni di carattere geografico, amministrativo e di tutela disponibili in ATLAS - Atlante per il catalogo con quelle di carattere storico, statistico e strutturale prodotte con il Censimento dei Centri storiciAtlante,per ciascun centro rappresentato sulla mappa interattiva, è presente una sintetica scheda anagrafica, alla quale, in alcuni casi, è allegata anche una copia digitale della scheda cartacea IPCE-CSU (Inventariazione del Patrimonio Culturale Europeo - Centro Storico Urbano), nata nell’ambito del Consiglio d’Europa e promossa, in particolare, in occasione del convegno UNESCO che si tenne a Parigi nel 1962.

Consultabile on-line: Atlante dei Centri storici


Il contenuto del Thesaurus deriva da quello realizzato nell'ambito di un Progetto internazionale che ha prodotto da parte del Ministero per i Beni Culturali e Ambientali, a cura dell'Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione, il Cd-rom "Thesaurus Multilingue del Corredo Ecclesiastico" (ICCD, Roma 1999) e da parte del Ministère de la Culture et de la Communication il volume "Thesaurus Objets  religieux du culte catholique - Religious Objects of Catholic Faith -> Corredo ecclesiastico di culto cattolico" (éditions du Patrimoine, Paris 1999).
La ricerca è stata successivamente aggiornata e integrata grazie al contributo dell'Università Cattolica di Lisbona e gli esiti della collaborazione hanno prodotto da parte dell'Italia un CD-rom (ICCD, Roma 2004) in quattro lingue (italiano, francese, inglese e portoghese) e da parte del Portogallo, ad opera della Universidade Católica Portuguesa - Fundaçao da Casa de Bragança, un volume in portoghese "Thesaurus - Vocabulário de Objectos do Culto Católico - Corredo ecclesiastico di culto cattolico - Objets religieux du culte catholique - Religious Objects of Catholic Faith" (Vila Viçosa, 2004), con la traduzione dei termini nelle altre lingue. Nel 2009 è stata inserita la sezione spagnola grazie alla partecipazione dell'Universidad Nacional Autonóma de Mexico - Instituto de Investigaciones Estéticas.

Consultabile on-line: Thesaurus Multilingue