Sperimentazione normative

Sperimentazione normative

Questa sezione contiene le normative che, nell’ambito dell’iter per la definizione di nuovi strumenti per la catalogazione, hanno raggiunto un livello tale da poter essere rese disponibili alla consultazione per attività di sperimentazione, ai fini del loro rilascio ufficiale come standard nazionali.

Si precisa che fino alla chiusura delle attività di sperimentazione queste normative potrebbero essere suscettibili degli apporti derivati dall’applicazione pratica. Per le attività di sperimentazione si utilizzeranno, dunque, solo le bozze di normativa correnti, ignorando quelle che eventualmente le hanno precedute.

Si precisa inoltre che, per quanto riguarda l’applicazione informatica, le campagne di sperimentazione delle normative in corso di definizione si possono effettuare esclusivamente nel SIGECweb. L’attività  viene organizzata e gestita direttamente dall’ICCD al quale ci si può rivolgere per l’accreditamento, contattando i funzionari referenti per le diverse tipologie di normative. Le schede prodotte in attività di sperimentazione non vengono verificate scientificamente e alle stesse viene associato un valore NCTN provvisorio. Dopo il rilascio di ciascuna normativa come standard ufficiale ICCD le relative schede potranno migrare dall’attività di sperimentazione ad un’attività di nuova catalogazione: il Sistema attribuirà loro in modo automatico i numeri di catalogo generale e i corretti codici degli enti di riferimento. 

SCHEDE DI CATALOGO

Non ci sono al momento schede di catalogo in sperimentazione


MODULI


Moduli per l'Archeologia Preventiva

Nell’ambito del progetto per la ricognizione dei dati pregressi prodotti nei procedimenti di Archeologia Preventiva, sono stati predisposti due appositi strumenti per standardizzare la raccolta delle informazioni, il MOPR - Modulo Progetto (per la registrazione dei dati relativi alle opere pubbliche o di pubblica utilità da realizzare) e il MOSI - Modulo area/sito (per la registrazione delle emergenze archeologiche individuate); l’utilizzo dei due moduli, elaborati dal gruppo di lavoro ICA-ICCD-DG ABAP/Servizio II, verrà sperimentato nel corso del 2018 nelle regioni pilota Piemonte, Toscana, Puglia.

0_Premessa

1_MOPR_MOSI_struttura dei dati

2_MOPR_manuale

3_MOSI_manuale

4_Appendice Cronologia

5_Esempi

5a_MOPR_01_compilato

5b_MOSI_01_001_compilato

5c_MOSI_01_002_compilato

5d_MOSI_01_003_compilato


Moduli per l'inventariazione patrimoniale

Nell’ambito del programma di catalogazione 2018 per le attività di inventariazione patrimoniale di beni archeologici sono stati predisposti due appositi strumenti per standardizzare la raccolta delle informazioni: il MINP 1.00 - Modulo per inventariazione patrimoniale di singoli oggetti, per un’applicazione sperimentale in tutto il territorio nazionale,  e il MINP 2.00 - Modulo per inventariazione patrimoniale di lotti di materiali, per l’applicazione sperimentale in alcune Soprintendenze pilota.

0_Premessa

1_MINP_1.00_2.00_struttura dei dati

2_MINP_1.00_manuale

3_MINP_2.00_manuale

Approfondimenti ed esempi applicativi


MEPI - Modulo per l’inventariazione degli elementi del Patrimonio Culturale Immateriale

A partire dal febbraio 2019 il Servizio I - Coordinamento e Ufficio UNESCO del Segretariato Generale del MIBAC, competente per le attività istruttorie delle proposte di candidatura del patrimonio culturale immateriale, ha introdotto questo specifico strumento, attualmente in fase di sperimentazione, per l’inventariazione degli elementi del patrimonio culturale immateriale ai sensi della Convenzione UNESCO del 2003. I materiali relativi al MEPI e agli inventari prodotti sono consultabili  da questa pagina.



EP - Epigrafia. Versione 4.00_bozza 1.00

Primo modello di una nuova tipologia di allegato per le schede di catalogo, il Modulo di approfondimento, pensato per risolvere le esigenze di descrizione di specifici aspetti specialistici che possono interessare i beni culturali, senza appesantire le strutture catalografiche, già molto articolate.